TLC dal 1995 la tua emittente televisiva...
...se vuoi uno spazio televisivo per sponsorizzare la tua attività commerciale, chiama allo 081.892.15.43 oppure al 333.53.21.255 o scrivici all'email teleliberacampania@libero.it. - Personale di esperienza nel settore sarà a tua completa disposizione.

RIETI/AVERSA - Mons. Lorenzo Chiarinelli già vescovo della Diocesi di Aversa è ritornato alla casa del Padre. Aveva 85 anni.

Ieri 3 agosto alle ore 22:30 nella sua casa a Rieti, Mons. Lorenzo Chiarinelli già vescovo della diocesi di Aversa è ritornato alla casa del Padre ad 85 anni.

 in foto Mons. Lorenzo CHIARINELLI nella sua visita in diocesi 2018

Sacerdote dal 15 settembre 1957 e successore degli Apostoli come Vescovo dal febbraio 1983 e posto alla guida della Diocesi di Sora-Aquino-Pontecorvo, mons. Chiarinelli si è contraddistinto per la sua immensa preparazione, profonda cultura, intensa vita spirituale e amore filiale per la Chiesa Universale. 

Arrivò nella Diocesi di Aversa e ne fu immenso padre dal 1993 al 1997. Il suo Episcopato nella diocesi Normanna, anche se per pochi anni, fu una rivoluzione d'amore in tutti gli articolati campi del vasto territorio che ne forma la diocesi.

La sua omelia ai funerali di Don Peppe Diana (21 marzo 1994) risuona ancora nelle coscienze di tutti gli abitanti: "Terra di Casale bagnata dal sangue di non pochi tuoi figli trasforma le tue armi in falci". Questo fu il suo grido alla presenza di più di 20 mila persone e apparati dello Stato.

Uomo di raffinato amore per il divino, lasciò la diocesi di Aversa per guidare quella di Viterbo fino al suo ritiro per limiti di età, avvenuto nel 2011 con una breve ma intesa lettera che riportiamo qui uno stralcio: "In questo momento, in cui il saluto si fa definitivo in attesa di rivederci in cielo, è bello riascoltare le sue parole: “È giunto il momento del saluto… Il saluto di chi parte non ha bisogno di molte parole… E dal cuore, dove si coltiva “l’essenziale che è invisibile agli occhi”, sento in questo momento zampillare un’onda che grida: Questa Chiesa l’ho amata!… Dirvi questo, con sincerità e umiltà, mi basta. E lo dico a tutti… Vivete, amate la Chiesa! … Anche se dovesse portare il segno degli anni; se avesse il volto rugoso, le vesti consunte, i passi incerti… Ma nel suo cuore c’è sempre Dio! Anzi, Dio è il suo cuore!… Amate questa Chiesa viterbese con la sua storia e la sua geografia, con la sua arte e la sua santità, le sue memorie e le sue speranze…. Amatela come una Madre, una sorella, una figlia… Vi abbraccio ad uno ad uno e tutti benedico con amore”.

Con Lui se ne va una guida esemplare, un maestro insuperabile di vita e di amore alla Chiesa. Buon viaggio Don Lorenzo.

I funerali si terranno domani mattina (5 agosto) a Rieti e nel pomeriggio a Viterbo.

dalla redazione